Strumenti

Tutti gli strumenti di Koha eseguono determinate operazioni. Spesso voci del menù Strumenti di Koha corrispondono a report in altri sistemi di gestione di biblioteca.

  • Vai a: Più > Strumenti

Utenti e circolazione

Liste utenti

  • Get there: More > Tools > Patrons and circulation > Patron lists

Gli elenchi utenti sono un modo per raggruppare utenti e apportare modifiche di gruppo tramite lo strumento Modifica utenti via batch <batch-patron-modification-label> o i report.

image245

Per creare una nuova lista di utenti clicca il tasto “Nuova lista di utenti”

image246

Inserisci un nome per la lista e salvala.

image247

Ogni “Lista” ha un menù “Azioni” con altre opzioni.

image1218

Per aggiungere utenti all’elenco clicca sul link “Aggiungi utenti” nel menu “Azioni”.

image248

Inserisci il nome o il numero di tessera nel riquadro per la ricerca e clicca sul risultato giusto per aggiungere l’utente.

Alternatively, you can click on the “Enter multiple card numbers” link and scan (or type in) barcodes in the box.

image249

Una volta che si hanno tutti gli utenti che si desidera aggiungere, clicca sul pulsante “Aggiungi utenti” per salvarli nella lista.

image250

Clubs degli utenti

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Clubs utentii

Si possono creare clubs ai quali possono essere iscritti gli utenti. È utile per tenere traccia dei programmi di lettura estiva, dei club di libri e di altri club.

** Importante ** Il personale avrà bisogno del permesso per creare/modificare club, modelli e iscriverci gli utenti. Vai alla scheda dell’account di tipo Staff e fai clic sul menu a discesa Altro. Seleziona Imposta permessi e assicurati che le funzioni riguardati i club degli utenti abbiano i segni di spunta per quanto vuoi che il tuo personale possa fare. Ricorda che se l’account è di tipo superlibrarian, avra già le autorizzazioni.

Creazione di un nuovo template di club Qui puoi aggiungere campi che possono essere compilati nel momento in cui un nuovo club viene creato in base al template o viene creata una nuova iscrizione per un determinato club in base al modello. Fai clic sul pulsante Nuovo template di club

Un nome è richiesto. Può essere qualcosa come Club del libro oppure Letture estive. Ricordati che questi template saranno il punto d’inzio per ogni club che verrà creato.

La descrizione può essere qualsiasi informazione aggiuntiva

Consenti iscrizione pubblica: se questa casella è selezionata sarà consentiro agli utenti di iscriversi a un club sulla base di questo modello dall’OPAC

Richiedi un indirizzo email valido: se questa casella è selezionata, possono iscriversi solo gli utenti con un cliente con un indirizzo email valido. Quindi avranno bisogno di un indirizzo email per iscriversi.

Il menu a tendina con le biblioteche ti offre la possibilità di registrare gli utenti collegati a specifiche biblioteche. Se lo lasci vuoto, gli utenti appartenenti a qualsiasi biblioteca saranno in grado di iscriversi.

Campi del club: questi campi saranno usati quando verrà creato un club basandosi su questo templale puoi usare valori autorizzati Campi di iscrizione: puoi aggiungere i campi che vuoi siano compilati dagli utenti, puoi usare campi con valori autorizzati.

Creazione di un nuovo club usando un template Qui puoi aggiungere informazioni su un nuovo club usando uno dei template creati. Fai clic sul selettore Nuovo club e scegli il template che vuoi usare.

Un nome è obbligatorio, questo sarà il nome del club creato utilizzando il modello. Ad esempio, se ho usato il modello Club ragazzi, posso creare Club ragazzi 2017

La descrizione può essere qualsiasi informazione aggiuntiva

Data inizio e data fine definiscono per quanto tempo dura il club. Quando il club scadrà, verrà rimosso da OPAC la possibilità per gli utenti di iscriversi se tale opzione è stata selezionata.

Il menu a tendina con le biblioteche ti offre la possibilità di registrare gli utenti collegati a specifiche biblioteche. Se lo lasci vuoto, gli utenti appartenenti a qualsiasi biblioteca saranno in grado di iscriversi.

Registrazione di un utente in un club

pull up a patron account click on the checkout tab on the left hand side click on the tab for club add the patron to the selected club by selecting the enroll button you can also cancel enrollment by clicking on the cancel enrollment

Commenti

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Commenti

Tutti i commenti aggiunti dagli utenti tramite l’OPAC ai record bibliografici richiedono moderazione dello staff. Se ci sono commenti in attesa di moderazione, saranno elencati sulla pagina principale dello staff sotto il modulo Liste:

image251

e anche nello strumento Commenti nel modulo Strumenti

image1219

To moderate comments click on the notification on the main dashboard or go directly to the Comments Tool and click “Approve” or “Delete” to the right of the comments awaiting moderation.

image252

Se non ci sono commenti da moderare, apparirà un messaggio

image253

Puoi anche rivedere e togliere l’approvazione a commenti che avevi approvato in passato, scegliendo la voce “Approvazione commenti”

image254

Importa utente

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Importa utenti

L’importazione utenti può essere usata in qualunque momento per aggiungere utenti in gruppo. Si utilizza titpicamente in scuole o università per nuovi gruppi di studenti da registrare.

Creazione del file utenti

la tua installazione di Koha ha un file CSV vuoto che puoi usare come modello per i record utente. Se ne vuoi creare uno da solo, accertati che contenga come prima riga i seguenti campi e nel seguente ordine:

cardnumber, surname, firstname, title, othernames, initials, streetnumber, streettype, address, address2, city, state, zipcode, country, email, phone, mobile, fax, emailpro, phonepro, B_streetnumber, B_streettype, B_address, B_address2, B_city, B_state, B_zipcode, B_country, B_email, B_phone, dateofbirth, branchcode, categorycode, dateenrolled, dateexpiry, gonenoaddress, lost, debarred, debarredcomment, contactname, contactfirstname, contacttitle, guarantorid, borrowernotes, relationship, ethnicity, ethnotes, sex, password, flags, userid, opacnote, contactnote, sort1, sort2, altcontactfirstname, altcontactsurname, altcontactaddress1, altcontactaddress2, altcontactaddress3, altcontactstate, altcontactzipcode, altcontactcountry, altcontactphone, smsalertnumber, privacy, patron_attributes

Importante

Le “password” dovranno essere in chiaro, e saranno convertite in codifica Bcrypt.

Se le tue password sono già criptate, parla con il tuo amministratore di sistema per le opzioni

Importante

I formati delle date devono coincidere con quelli della relativa preferenza di sistema, e devono avere gli zeri, come in “01/02/2008”.

Importante

I campi “branchcode”, “categorycode” e tutti i campi definiti nella preferenza BorrowerMandatoryField sono obbligatori e devono coincidere con i valori presenti nel database.

Nota

Se si caricano gli :ref:` attributi utente <patron-attribute-types-label>`, il campo “patron_attributes” deve contenere un elenco delimitato da virgole dei tipi di attributi e valori.

  • Il codice tipo di attributo e due punti deve precedere ogni valore.

    • Per esempio: «INSTID:12345,BASEBALL:Cubs»

    • Questo campo deve esser compreso tra doppie virgolette se sono definti valori multipli.

    • Poiché i valori possono contenere spazi, possono essere richieste doppie virgolette:

      • «INSTID:12345,BASEBALL:Cubs,»«BASEBALL:White Sox»«»

    • Quando sostituisci il record di un utente, tutti i dati presenti nel file di input andranno a sovrascivere i dati immessi in precedenza.

Importa utenti

Creato il file, puoi usare lo strumento Importa utenti per inserire i dati in Koha.

  • Scegli il tuo file CSV

    image255

  • Scegli di controllare il numero tessera o lo username per evitare di avere doppioni nell’elenco

    image256

  • Poi puoi scegliere i valori di default da assegnare a tutti gli utenti che stai importando

    • es.: se importi utenti di una biblioteca è possibile utilizzare il campo nel modulo Importa per applicare il codice della biblioteca a tutti coloro che stai importando.

  • Infine è necessario decidere quali dati si desidera sostituire se esistono duplicati.

    image257

    • Un record equivalente viene trovato usando i valori già presenti nel campo scelto per il controllo delle equivalenze, questo per evitare duplicazioni

    • Se il file include attributi utente, puoi decidere se aggiungerli o sostituirli a quelli esistenti.

Avvisi & Ricevute

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Avvisi e ricevute

Tutti gli avvisi (e le ricevute) mandati da Koha possono essere personalizzati con lo strumento “Avvisi”. Il sistema ha diverse lettere predefinite presenti nello strumento.

image258

Ogni avviso può essere modificato ma pochi possono essere cancellati, per evitare errori al sistema che avverrebbero se si tentasse di mandare un avvisoo senza un testo di default. Ogni avviso e ogni ricevuta può esser modificata per singola biblioteca, di default vedi gli avvisi per tutte le biblioteche.

Se si dispone di uno stile che ci piace applicare a tutte le ricevute, si può impostare la preferenza SlipCSS a un foglio di stile. Lo stesso vale per le comunicazioni, utilizzando la preferenza NoticeCSS per definire un foglio di stile.

You will also want to review the Customising Notices and Slips [https://wiki.koha-community.org/wiki/Customising_Notices_and_Slips] wiki page for more information on formatting these notices.

Aggiungi Avvisi &amp; Ricevute

Per aggiungere un nuovo avviso o ricevuta

  • Clicca “Nuovo messaggio”

    image259

  • Scegli a quale biblioteca inviare l’avviso o la ricevuta

    • Importante

      Not all notices can be branch specific for more information review the Customising Notices and Slips [https://wiki.koha-community.org/wiki/Customising_Notices_and_Slips] wiki page.

  • Scegli il modulo a cui l’avviso e” relativo

  • Il codice ha un limite di 20 caratteri

    • Importante

      Quando lavori con gli avvisi per i ritardi puoi volere che ciascun avviso di ciascuna biblioteca abbia un codice univoco. Puoi ottenere il risultato mettendo il codice della biblioteca come prima parte del codice dell’avviso per ciascuna biblioteca.

  • Usa il campo “nome” per espandere il tuo codice

    • Nota

      Con i messaggi di sollecito, assicurati di mettere il nome della biblioteca nella descrizione in modo che sia visibile prima di impostare i trigger.

  • Successivamente è possibile personalizzare l’avviso per ogni metodo di spedizione possibile

    • Ogni avviso può avere un testo di email specifico

      image1220

    • Se si utilizza il servizio:ref:TalkingTechItivaPhoneNotification è possibile impostare una notifica via telefono

      image1221

    • Se pensi di stampare questo avviso, puoi successivamente impostare il template per la stampa.

      image1222

    • Se hai abilitato gli avvisi via SMS con la preferenza SMSSendDriver dopo potrai impostare in testo per gli avvisi via SMS

      image1223

  • Ogni avviso offre le stesse opzioni

    • Se pensi di scrivere l’avviso o la ricevuta in HTML, selezione il flag “Messaggio HTML”, altrimenti il messaggio verrà generato come puro testo

    • “Soggetto del messaggio” è ciò che appare nelle linea “subject” dell’email

    • Nel corpo del messaggio inserisci il testo che preferisci, usa i campi a sinistra per specificare dati provenienti dal database.

      • Nota

        Review the Customising Notices and Slips [https://wiki.koha-community.org/wiki/Customising_Notices_and_Slips] wiki page for more information.

      • Importante

        Gli avvisi per i ritardi possono utilizzare il tag <<items.content>> , o utilizzare <item></item> per gestire in maniera più fine il contenuto. Vedi ulteriori informazioni su Costruzione dell’avviso di ritardo

        • Negli avvisi per i ritardi usa il tag <<items.content>> per stampare la data di tutte le copie che sono in ritardo.

        • L’altra opzione, solo per li solleciti di prestiti in ritardo, è utilizzare il tag <item></item> per coprire la linea in modo che si stamperà più righe. Un esempio di uso del tag <item></item> tag è:

          <item>»<<biblio.title>>» di <<biblio.author>>, <<items.itemcallnumber>>, barcode: <<items.barcode>> , data prestito: <<issues.issuedate>>, restituire entro: <<issues.date_due>> multa: <<items.fine>> restituire entro: <<issues.date_due>> </item>

      • Importante

        Solo i solleciti di restituzione prestiti in ritardo potranno sfruttare i tag <item></item>, tutti gli altri messaggi relativi a copie dovranno usare <<items.content>>

      • Nota

        Per aggiungere la data di oggi puoi usare la sintassi <<today>>

      • Nota

        Se non si desidera stampare il nome completo dell’utente sui ricevute e negli avvisi o nota è possibile immettere dati in “Altro nome” o in “Iniziali” per ogni utente e utilizzare tale valore invece.

    • The system preference TranslateNotices will add tabs for each installed language to the notices editor. The notice defined in the “Default” tab will be used if there is no preferred language set for a patron.

      image1335

Preview notice templates

For some notices it is possible to preview the notice template showing how it would look to a specified patron for a particular item or record.

If a notice template is previewable the notice template header will contain a field to enter preview data

image1342

Fill in the necessary information for the template then click the Preview button below the message body. The preview dialog will indicate if there are any problems generating the notice template preview.

Costruzione dell’avviso di ritardo

When creating your overdue notices there are two tags in addition to the various database fields that you can use in your notices. You will also want to review the Customising Notices and Slips [https://wiki.koha-community.org/wiki/Customising_Notices_and_Slips] wiki page for information on formatting item information in these notices.

Importante

Questi nuovi tag funzionano solo sui solleciti di restituzione prestiti, e non per altri avvisi di circolazione, al momento.

Questi tag sono <item> e </item>; che può includere tutti i campi dalle tabelle biblio, biblioitems, e items.

Un esempio d’uso di questi due tag in un template per un un avviso può essere:

The following item(s) is/are currently overdue:

<item>"<<biblio.title>>" by <<biblio.author>>, <<items.itemcallnumber>>, Barcode: <<items.barcode>> Fine: <<items.fine>></item>

Dunque, assumento che due copie siano in ritardo, genererà un avviso fatto così:

The following item(s) is/are currently overdue:

"A Short History of Western Civilization" by Harrison, John B, 909.09821 H2451, Barcode: 08030003 Fine: 3.50
"History of Western Civilization" by Hayes, Carlton Joseph Huntley, 909.09821 H3261 v.1, Barcode: 08030004 Fine: 3.50

Avvisi e ricevute esistenti

Among the default notices are notices for several common actions within Koha. All of these notices can be customized by altering their text via the Notices & Slips tool and their style using the NoticeCSS preference to define a stylesheet. You will also want to review the Customising Notices and Slips [https://wiki.koha-community.org/wiki/Customising_Notices_and_Slips] wiki page for information on formatting item information in these notices. Here are some of what those notices do:

  • ACCEPTED

    • This notice is sent when a patron’s suggestion is accepted.

    • Note: If you don’t want to send this notice, just delete it.

  • ACCTDETAILS

    • Inviato a clienti quando il loro conto è impostato se la preferenza AutoEmailOPACUser è impostata su “Invia”

    • Important: The notice will only be sent correctly if a username, password and email address is added to the patron record before saving it for the first time. The notice can’t be resend or triggered again after the patron account has been created.

  • ACQCLAIM (Acquisition claim)

    • Used for claiming orders in the aquisitions module

    • ACQCLAIM is the code of the sample notice, but it’s possible to define several notices choosing any code. Only the module “Claim aquisition” will be taken into account. All notices with this module will appear in the pull down on the late orders page.

    • Get there: More > Acquisitions > Late orders

    • This notice is sent if several criteria are met:

      1. The staff patron triggering the email has a valid email address.

      2. The vendor contact marked as “Contact about late orders?” has a valid email address.

  • ACQORDER (Acquisition order)

    • Used in the acquisitions module to send order information to the vendor

    • The notice is triggered manually from the basket summary page using the “Email order” button in the toolbar.

    • This notice is sent if several criteria are met:

      1. The staff patron triggering the email has a valid email address.

      2. The vendor contact marked as “Primary acquisitions contact” and “Contact when ordering” has a valid email address.

  • ACQ_NOTIF_ON_REVEIV

    • Used in the acquisition module to inform patrons on receiving orders they have been added to.

  • AR_CANCELLED

    • This notice is sent to the patron when an article request is cancelled by staff.

  • AR_COMPLETED

    • This notice is sent to the patron when an article request is marked as completed by staff.

  • AR_PENDING

    • This notice is sent to the patron when an article request has been made in order to confirm the request.

  • AR_PROCESSING

    • This notice is sent to the patron when an article request is marked as being processed by staff.

  • AVAILABLE

    • This notice is sent to the patron who made a suggestion, when the order created from the suggestion is received.

    • Note: If you don’t want to send this notice, just delete it.

  • CHECKIN

    • Questo avviso è inviato come avviso di rientro di tutte le copie rientrate dal prestito.

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • CHECKOUT

    • Questo avviso è inviato come avviso di prestito per tutte le copie che sono state prestate.

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • DISCHARGE

  • This notice is used to generate a PDF to document a successful discharge request

  • The PDF can either be downloaded by the patron from their patron account or from the staff interface when discharging a patron

  • The discharge feature is controlled by the useDischarge system preference.

  • DUE

    • Questo avviso è inviato come “copia da rientrare” per ciascuna copia che deve rientrare dal prestito

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • DUEDGST

    • Questo avviso è inviato come “copia in ritardo” per tutte le copie che sono in ritardo.

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso come digest

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • HOLD (copia disponibile per il prelievo)

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

    • Quando questo avviso si riferisce alla tabella delle biblioteche, riporta l’informazione della biblioteca di prelevamento.

  • HOLDPLACED (un avviso allo staff della biblioteca che è stata fatta una nuova prenotazione)

    • Questo avviso richiede la preferenza di sistema emailLibrarianWhenHoldIsPlaced impostata su “Attiva”

    • Quando questo avviso si riferisce alla tabella delle biblioteche, riporta l’informazione della biblioteca di prelevamento.

  • MEMBERSHIP_EXPIRY

  • ODUE (Overdue notice)

    • This notice is used to send Overdue Notices to patrons

    • ODUE is the code of the sample notice, but it’s possible to use any code and define multiple different messages for different patron categories and notice levels

    • Richiede di impostare Triggers per messaggi di ritardo/status

  • ORDERED

    • This notice is sent to the patron who made a suggestion, when the “from a suggestion” option is used to create an order from it.

    • Note: If you don’t want to send this notice, just delete it.

  • PASSWORD_RESET

    • This notice is sent when a patron requests a new password from the OPAC in order to validate the email address.

    • The password reset feature is controlled by the OpacResetPassword system preference.

  • PREDUE

    • Questo avviso è usato “Preavviso” agli utenti i cui prestiti stanno per scadere

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • PREDUEDGST

    • Questo avviso è spedito come “preavviso” per tutte le copie che sono in scadenza

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti due criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. L’utente ha richiesto di ricevere questo avviso come digest

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • REJECTED

    • This notice is sent when a patron’s suggestion is rejected.

    • Note: If you don’t want to send this notice, just delete it.

  • RENEWAL

    • Questo avviso è inviato come avviso di prestito per tutti i rinnovi.

    • Questo avviso viene utilizzato se sono soddisfatti tre criteri:

      1. La preferenza EnhancedMessagingPreferences è impostata su “Consenti”

      2. La preferenza RenewalSendNotice è impostata su “Invia”

      3. L’utente ha richiesto di ricevere l’avviso di prestito

        • La trovi qui:OPAC > Login > i miei messaggi

        • Vai a: Interfaccia Staff > Utenti > :ref:` Avvisi <notices-label>`

  • SERIAL_ALERT (New serial issue)

    • Notice used in the serials module to notify patrons/staff of new issues of a serial. SERIAL_ALERT (RLIST in older verisons) is provided as a sample notice, but the notice code can be chosen freely as only the module is taken into account. Multiple notices can also be managed.

    • You have the option to select the notice used to inform the patron about a received serial issue for a subscription. Choose from the “Patron notification” drop down.

    • If a notice has been selected for a subscription, patrons can subscribe to the email notification from the subscription tab in the detail view in the OPAC.

    • Nota

      Si noti anche che se si desidera comunicare agli utenti di nuove fascicoli di un periodico, è possibile fare clic su “definire un avviso” che vi porterà allo strumento “Avvisi”

  • SHARE_ACCEPT

    • E” usato per notificare a un utente che un altro utente ha accettato di condividere la lista.

    • Richiede di impostare OpacAllowSharingPrivateLists a “Permettere”

  • SHARE_INVITE

    • E” usato per notificare a un utente che un altro utente vuole condividere una lista con lui.

    • Richiede di impostare OpacAllowSharingPrivateLists a “Permettere”

  • TO_PROCESS

    • Utilizzato per notificare un membro del personale se un suggerimento di acquisto è stato spostato sul fondo che gestisce

    • Richiede che il job cron notice_unprocessed_suggestions sia impostato

C’è anche una serie di scontrini predefiniti (o ricevute) elencati in questa pagina. Tutti questi foglietti possono essere personalizzati modificando il loro testo tramite lo strumento Avvisi e ricevute e il loro stile con la preferenza SlipCSS per definire un foglio di stile. Ecco per che cosa sono utilizzati gli scontrini:

  • AR_SLIP

    • Used to print a slip for an article request

    • The slip or receipt can be printed manually when managing article requests from the staff interface.

    • Get there: Circulation > Article requests > Actions > Print slip

  • ISSUEQSLIP

    • Usato per stampare una ricevuta veloce di prestito

    • La ricevuta veloce include solo le copie prestate oggi

  • ISSUESLIP

    • Usato per stampare una ricevuta completa nella circolazione

    • La ricevuta mostrerà le copie prestate oggi cosi come le copie ancora in prestito

  • HOLD_SLIP

    • Usato per stampare una ricevuta di prenotazione

    • The holds slip is generated when a hold is confirmed and set to waiting.

  • OVERDUE_SLIP

    • Used to print an overdues slip

    • The overdues slip can be generated manually using the “print” menu in the patron account in staff. It will show all items overdue.

  • TRANSFERSLIP

    • Usato per stampare una ricevuta di trasferimento

    • La ricevuta di trasferimento è stampata quando confermi il trasferimento da una biblioteca all’altra nel tuo sistema

Triggers per messaggi di ritardo/status

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Triggers per messaggi di ritardo/status

Per inviare i solleciti di ritardo definiti con lo strumento Avvisi, è necessario impostare prima i trigger di generazione di questi messaggi.

Importante

Per inviare agli utenti solleciti di prestiti da restituire, occorre indicare che alla categoria utente vanno inviati solleciti.

Importante

A seconda del valore della preferenza OverdueNoticeCalendar, il ritardo può includere o non includere i giorni di chiusura della biblioteca in base al calendario delle festività.

Lo strumento “Triggers per avvisi di ritardo/status” dà al bibliotecario la possibilità di mandare ad ogni tipo di utente fino a tre avvisi/notifiche per copie in ritardo.

image260

  • Il ritardo è il numero di giorni dopo che un problema si è verificato e prima che venga attivata un’azione.

    • Importante

      Se volete che Koha attivi un’azione (inviare una lettera o limitare un utente), è necessario indicare un valore di ritardo.

  • Per inviare ulteriori avvisi circa i ritardi, clicca sulle schede “Secondo” e “Terzo” avviso

  • Se vuoi impedire a un utente di fare prestiti perché ha delle copie in ritardo, seleziona la casella “Sospeso dal prestito”; questo inserirà una notizia sul record utente, e al momento del prestito il bibliotecario verrà avvisato che l’utente non può ricevere prestiti perché ha copie in ritardo.

    • Se si sceglie di limitare un utente in questo modo, si può anche chiedere a Koha di rimuovere automaticamente la restrizione con la preferenza AutoRemoveOverduesRestrictions.

  • Poi si può scegliere il metodo di consegna per il sollecito dei prestiti in ritardo. È possibile scegliere tra e-mail, telefono (se si utilizza il servizio iTiva Talking Tech service), stampa e SMS (se si è impostato il SMSSendDriver).

Creatore delle tessere utente

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore di tessere utente

Il creatore tessere ti permette di usare layout e template per definire una varietà quasi illimitata di tessere inclusi i barcode. Ecco alcune delle caratteristiche del modulo Creatore tessere:

  • Personalizzare i layout di tessere utente con il testo recuperato dai dati utente

  • Definisce dei template personalizzati per le stampe delle tessere utente (per usare al meglio i fogli delle etichette)

  • Costruisci e gestisci batch di stampa tessere utenti

  • Esportare (in formato PDF) lotti singoli o multipli da stampare

  • Esportare (in formato PDF) tessere utente singole o multiple da un processo batch

Layouts

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore tessere utenti > Gestione layouts

Il layout definisce il testo e l’immagine che verranno stampate sulla scheda e il punto in cui appariranno.

Nota

Possono essere stampate sulla tessera fino a tre righe di testo, il numero dell’utente in formato barcode e fino a due immagini.

Definisci un layout

Se non si hanno i layout definiti, si aggiungerà un nuovo layout facendo clic sul pulsante “Nuovo” e scegliendo “Layout”.

image1224

Si può anche scegliere di premere il tasto “Gestire il layout” sul lato sinistro. Qui vi verrà offerto un elenco di layout disponibili, da selezionare per la modifica. Comunque nella parte superiore della pagina c’è sempre il pulsante “Nuovo layout”.

image261

  • Il nome assegnato al layout è a tuo beneficio, dovrebbe essere qualcosa che ti permetta di identificarlo facilmente in futuro.

  • La lista “Unita” è utilizzata per definire la scala di misura che stai usando per i tuoi layout.

    image262

    • Nota

      Un punto Postscript è 1/72», un Adobe Agata è 1/64», un pollice è 25,4 millimetri

  • Poi indica se questo layout è relativo al fronte o al retro della tessera utente

    • Nota

      Occorre un layout sia per la parte anteriore e posteriore della tessera se si dispone di tessere di biblioteca con 2 facce, questa opzione non consente di stampare le due facce, consente solo di tenere traccia di quale lato della tessera si sta progettando.

  • Hai la possibilità di aggiungere fino a 3 linee di testo sulla tessera. Può essere una frase statica, con campi dal record utente. Se vuoi inserire campi dal record utente, metti i nomi dei campi tra uncinate, così: <firstname>

  • Per ogni linea di testo puoi scegliere il tipo di font, la dimensione del font e la collocazione del testo sulla tessere usando le coordinate X e Y

  • Per mostrare il numero della tessera come un barcode, devi selezionare l’opzione “Stampa numero tessera come barcode”.Questo cambierà il numero tessera in un barcode. Se vuoi stampare il numero in una forma leggibile dalle persone, devi selezionare l’opzione “Stampa numero tessera come testo sotto il barcode”.

  • Infine puoi scegliere fino a due immagini da stampare sulla tessera.

    • Una può essere l”immagine utente che puoi ridimensionare a piacimento.

    • L’altra immagine può essere il logo della biblioteca o un simbolo che hai caricato usando il modulo “Gestione immagini” dello Strumento per la Creazione di tessere utenti.

    Importante

    È responsabilità dei progettisti definire linee di testo, codici a barre e le immagini in modo che non si sovrappongano.

Dopo aver salvato, i tuoi layout appariranno nella pagina “Gestisci i layout”.

image263

Templates

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore tessere utenti > Gestione template

Un template è la collezione di etichette/schede che stai usando. Il template può essere Avery 5160 per le etichette degli indirizzi, Gaylord 47-284 per le etichette dei dorsi oppure Avery 28371 per le schede degli utenti. Queste etichette contengono tutte le informazioni di cui hai bisogno per configurare Koha, queste informazioni possono essere contenute nell’involucro oppure si possono trovare sul sito del fornitore.

Aggiungi un template

Per aggiungere un nuovo modello fai clic sul pulsante “Nuovo modello” nella parte superiore della pagina, che porta al modulo di modifica del modello. Si può anche scegliere di premere il tasto “Gestisci modelli” sul lato sinistro. Qui verrà offerto un elenco di modelli disponibili che è possibile selezionare per l’editing. Ma nella parte superiore della pagina vi è ancora il pulsante “Nuovo modello”.

image264

Usando il form che appare puoi definire il template per il foglio che usi per stampare le etichette o le tessere.

image265

  • Template ID è semplicemente un ID univoco generato dal sistema

  • Il codice template dovrebbe essere il nome di questo modello per identificarlo in un elenco di modelli

  • Puoi usare la descrizione per aggiungere informazioni circa il template

  • La tendina Unità viene utilizzata per definire quale scala di misura utilizzare per il modello.

    image266

    • Nota

      Un punto Postscript è 1/72», un Adobe Agata è 1/64», un pollice è 25,4 millimetri

  • Le misure (altezza pagina, larghezza della pagina, larghezza tessera, altezza tessera) possono essere sulla confezione, o sul sito del venditore o possono essere misurate da un foglio di esempio.

  • Un profilo è un insieme di «aggiustamenti» ad un dato modello appena prima della stampa che compensa anomalie uniche e peculiari di una determinata stampante (a cui viene assegnato il profilo).

    • Prima di raccogliere un profilo cerca di stampare alcune schede di esempio così da poter definire facilmente il profilo adatto alla combinazione scelta di templatate / stampante.

    • Dopo aver trovato e la documentazione di eventuali anomalie nel documento stampato, allora si può creare un profilo e assegnarlo al modello.

    • Importante

      Non specificare un profilo se non necessario, vale a dire non fare clic per definire un profilo della stampante. Non è possibile rimuovere un profilo da un modello, ma è possibile passare a un altro profilo.

    • Nota

      Se devi usare più stampanti, puoi definire diversi template identici ma che differiranno per il profilo usato.

Dopo aver salvato, i tuoi template appariranno nella pagina “Gestisci i template”.

image267

Profili

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore tessere utenti > Gestione profili

Un profilo è un insieme di «perfezionamenti» da applicare a un dato template subito prima della stampa, per compensare anomalie o peculiarità di ogni stampante (a cui il profilo è assegnato). Questo significa che se imposti un template e poi stampi una prova e noti che i dati delle tessere non sono allineati correttamente alle etichette, devi impostare un profilo per la stampante (o addirittura per un determinato vassoio) per migliorare la stampa, per esempio introducendo spostamenti del testo a destra o a sinistra, in alto o in basso.

Se le tessere utente sono stampate cosi come vuoi, non è necessario che tu crei un profilo

Aggiungi un profilo

Per aggiungere un nuovo profilo, clicca sul bottome “Profili” in testa alla pagina e scegli “Nuovo profilo”

image268

Per aggiungere un nuovo profilo, fare clic su “nuovo profilo” nella parte superiore della pagina. Utilizzando il modulo che appare si possono definire i valori per correggere i disallineamenti di tessera sul foglio di etichette. Si può anche scegliere “Gestisci profili” sul lato sinistro e selezionare uno dei profili attualmente disponibili per la modifica.

image269

  • Il nome della stampante e collocazione della carta non devono corrispondere esattamente alla stampante, sono un tuo riferimento in modo da poter ricordare per quale stampante hai impostato il profilo.

    • Nota

      Ad esempio: se si desidera utilizzare il numero di modello della stampante nel nome della stampante è possibile, o si può chiamare “la stampante sulla mia scrivania”

  • Il templeta va compilato una volta che hai scelto quale template collegare al profilo nel form di modifica template

  • La lista “Unità” è utilizzata per definire la scala di misura che stai usando per i profili

    image270

    • Nota

      Un punto Postscript è 1/72», un Adobe Agata è 1/64», un pollice è 25,4 millimetri

  • Offset deve essere usato quando l’intera immagine è fuori centro orizzontalmente o verticalmente. Intervallo descrive una condizione in cui la distanza tra le etichette cambia all’interno della pagina o su e giù la pagina

    • Per i valori di offset e intervallo, i numeri negativi spostano le informazioni su e a sinistra sul foglio stampato e numeri positivi le spostano verso il basso e a destra

    • Esempio: il testo è .25» (pollici) dal margine sinistro della prima etichetta, .28» dal margine sinistro della seconda etichetta, e da .31» dal margine ministro della terza. Questo significa che il margine orizzontale va messo a .03» per gestire questa differenza.

Dopo aver salvato, i tuoi profili appariranno nella pagina “Gestisci i profili”.

image271

Una volta che hai salvato il tuo nuovo profilo, puoi tornare alla lista dei templates e scegliere di modificare il template che usa questo profilo.

Lavorazioni batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore tessere utenti > Gestione lotti di tessere

Un batch è una collezione di utenti per i quali vuoi generare delle schede.

Aggiungi un batch

Per aggiungere un nuovo batch, si fa clic sul pulsante “Nuovo batch” nella parte superiore della pagina. Scegliendo la voce di menu “Gestione batch” sulla sinistra viene visualizzato un elenco dei batch già definiti. In questa schermata si può selezionare un batch per la modifica o aggiungere un nuovo batch.

image272

Per un nuovo batch, si apre un messaggio che chiede di selezionare gli utenti da elaborare nel batch.

image1225

Dopo aver scelto il pulsante “Aggiungi copia(e)” si apre la finestra di ricerca utente.

image1226

Da qui è possibile cercare gli utenti da aggiungere al batch tramite parte del loro nome, categoria e/o biblioteca. Usando * nella ricerca, verranno visualizzati tutti gli utenti.

image1227

Dai risultati è possibile aggiungere utenti al lotto facendo clic sul pulsante “Aggiungi”. Dopo aver aggiunto utenti dai risultati si può ricominciare da capo e effettuare un’altra ricerca o fare clic su “Chiudi” nella parte inferiore dello schermo per indicare che si è concluso. Verrà quindi presentato il batch.

image1228 Se sei soddisfatto del batch, è possibile procedere all’esportazione. Se si vuole correggere o eliminare il batch, i pulsanti per farlo si trovano nella parte superiore dello schermo. Si può sempre tornare qui attraverso il bottone “Gestione batch tessere”.

Se vuoi esportare tutte le tessere utente puoi cliccare su “Esporta batch tessere”, altrimenti puoi scegliere alcuni utenti cliccando la casella di spunta a destra del nome e poi cliccare “Esporta tessere selezionate” in alto.

Il menu di esportazione chiederà di scegliere un modello, un layout e la posizione di partenza (dove deve iniziare la stampa sul foglio).

Nota

Per la posizione di partenza, se p.es. sono già stati utilizzate le prime 6 etichette sul foglio, è possibile avviare la stampa dall’etichetta nella posizione 7 del foglio. Le etichette sono numerate da sinistra a destra, dall’alto verso il basso.

image1229

Una volta che si fa clic su “Esporta”, si presenterà un PDF delle etichette da stampare

image1230

Quando si apre il PDF si vedrà le tessere da stampare

image273

L’immagine qui sopra mostra un layout fatto con due righe di testo. La prima è testo libero, la seconda è composta dai campi <firstname> <surname>. L’immagine utente viene stampata (se disponibile) e il barcode utente viene mostrato nel formato code 39. Il tutto è stampato su un template di tre colonne e 8 righe usando le posizioni 1-3. Stampando in formato PDF, fare attenzione che la stampa non cambi la scala del PDF (p.es. che non esegua un “adatta alla pagina”) altrimenti la stampante non obbedirà al template.

Manipola immagini

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore di tessere utente > Gestione immagini

Le immagini caricate utilizzando questo strumento verranno visualizzate nel menu quando si crea un layout per tessere utente. Sei limitato nel numero di immagini caricabili (senza contare le immagini utente) dalla preferenza di sistema ImageLimit.

Importante

IMPORTANTE: Le immagini non devono superare i 500k.

Nota

CONSIGLIO: Le immagini caricate con questo strumento dovrebbero almeno avere 300 dpi, che è il minimo per stampare un’immagine.

Al centro dello schermo si trova una semplice form per inviare un file. Cercalo sul tuo computer e associa un nome per lavorarlo dopo averlo caricato su Koha.

image274

A caricamento del file avvenuto, ti verrà presentato un messaggio di conferma.

image275

E l’immagine verrà elencata insieme alle altre sulla parte destra della pagina.

image276

Per cancellare una o più di queste immagini, spunta la casella rispettiva e premi il bottone “Cancella”

Utenti (rendere anonimo, cancellare massivamente)

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Cancella/rendi anonimi gli utenti via batch

Questo strumento permette di rendere anonimo le registrazioni di circolazione o cancellare in massa dei records utente. Questo significa che il sistema tiene un link fra vecchi prestiti e le loro copie ma tronca il link all’utente.

Importante

Utenti con multe o copie in prestito non vengono salvati. Essi non sono completamente rimossi dal sistema (sono spostati nella tabella delete_borrowers), ma questo strumento non fornisce tutti i controlli che si potrebbero desiderare.

Importante

Prima di usare questo strumento conviene fare un backup del database. Le modifiche fatte qui saranno permanenti.

Importante

La trasformazione in forma anonima fallirà silenziosamente se la preferenza AnonymousPatron non contiene un valore valido.

image277

Per cancellare o rendere anonimi gli utenti

  • Marca il lavoro che vuoi eseguire (cancellare o rendere anonimi)

  • Indica una data massima prima della quale intendi modificare i dati

  • Se stai cancellando degli utenti puoi anche cercare quegli utenti che

    • non hanno effettuato prestiti da una certa data

    • hanno accounts che scadranno prima della data indicata

    • sono di una specifica categoria utente

    • sono in una lista utenti

  • Clicca “Successivo”

  • Per confermare ti verrà chiesto se sei sicuro che questo avvenga

    image278

  • Premendo “Fine” i dati verranno cancellati o resi anonimi

    image279

Modifica utente via batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Modifica batch di utenti

Con questo strumento è possibile apportare modifiche a un lotto di record utente. Basta caricare un file di numeri tessera (uno per riga), scegliere tra una lista di utenti o scansire i numeri di tessera utente nella casella apposita.

image280

Una volta che hai caricato il file o scansito i barcode, fai click su “Continua”. Vedrai una lista di utenti e dei cambiamenti che puoi apportare.

image281

A sinistra di ogni casella di testo c’è una casella di spunta. Se viene cliccata, i campi verranno svuotati.

Importante

Se il campo è obbligatorio, non si sarà in grado di cancellare il valore in esso.

Se hai più di un attributo utente, puoi cambiarli tutti usando il segno (+) a destra della casella di testo. Ciò ti permetterà di aggiungere un altro valore di attributo.

image282

Una volta fatti i cambiamenti, clicca “Salva” e ti saranno presentati gli utenti modificati.

Moderazione dei tag

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e Circolazione > Tag

In funzione delle preferenze di sistema dei tag, i bibliotecari possono avere bisogno di approvare i tag prima che vengano pubblicati sull’OPAC. Questo viene fatto attraverso lo strumento Moderazione dei tag. Se ci sono tag in attesa di moderazione, saranno elencati sulla home dell’interfaccia dello staff, sotto le etichette dei moduli:

image283

Per moderare i tag usa lo strumento Tags. Quando usi questo strumento per la prima volta, ti sara presentata una lista di tag che aspettano di essere approvati o rifiutati da un bibliotecario

image284

  • Per vedere tutti i titoli a cui questo tag è stato collegato, semplicemente clicca sul termine

    image1230

    • Da questo elenco di titoli è possibile rimuovere un tag senza impedirne l’uso futuro facendo clic sul pulsante “Rimuovi tag” a destra del titolo.

  • Per approvare un tag, clicca “approva” sulla linea del termine o seleziona i termini che vuoi approvare e clicca “approva” sotto la tabella.

  • Per rifiutare un tag, clicca “Rifiuta” sulla linea del termine o seleziona i i termini da rifiutare e clicca “rifiuta” sotto la tabella.

Una volta che un tag è stato approvato o scartato, viene messo nell’apposita lista di tag. Un riassunto di tutti i tag apparirà nella parte destra della pagina

image285

Anche se un tag è approvato o scartato, può essere ancora spostato in un’altra lista. Quando guardi i tag approvati, ogni tag ha l’opzione per essere scartato:

image286

Per controllare i termini dei tag rispetto alle liste di termini approvati o respinti (e, eventualmente, rispetto al dizionario che è stato assegnato per il tag moderazione) è sufficiente inserire il termine nella casella di ricerca nella parte inferiore destra dello schermo per visualizzare lo stato del termine

image287

Infine si possono cercare tag utilizzando i filtri sulla sinistra.

image288

Carica le immagini degli utenti

  • Vai a: Più > Strumenti > Utenti e circolazione > Carica le immagini utente

Patrono immagini possono essere caricate in blocco se permettere immagini utente consente di allegarle ai record utente. Queste immagini possono essere utilizzate anche durante la creazione di tessere utente.

  • Crea un file txt e dagli nome «DATALINK.TXT» o «IDLINK.TXT»

  • Su ogni riga nel file di testo inserire numero di tessera utente seguito da virgola (o tab) e poi il nome file dell’immagine

    image289

    • Assicurati che il tuo file TXT sia un documento di testo in chiaro, non un RTF.

  • Comprimi il file di testo e le immagini

  • Vai allo strumento per caricare le immagini degli utenti

    image290

  • Per una singola immagine, indica il nome del file e il numero tessera dell’utente

  • Per più immagini, scegli di caricare un file zip

  • Dopo aver caricato, ti verrà presentato un messaggio di conferma.

    image291

    Importante

    C’è un limite di 100K sulla dimensione dell’immagine caricata e si raccomanda che l’immagine sia 200 x 300 pixel, ma immagini più piccole funzionerà pure.

Collezioni a rotazione

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Rotating Collections

Rotating Collections è uno strumento per gestire gruppi di materiale da spostare spesso tra biblioteche. Aggiunge la possibilità non solo di registrare la biblioteca di appartenenza e la biblioteca dove si trovano attualmente, ma anche informazione sul percorso futuro per assicurare che tute le copie del gruppo vengano inviate alla biblioteca prevista. Quando una copia di una Rotating Collection rientra da un prestito, il personale al bancone prestiti viene informato dell’appartenenza della copia a una Rotating Collection e a quale biblioteca vada eventualmente inviata.

Importante

La preferenza di sistema AutomaticItemReturn deve essere impostata su «Non trasferire automaticamente gli elementi alla loro libreria di casa quando sono restituiti» per far funzionare correttamente le Rotating Collections.

  • Per creare una nuova raccolta mobile, clicca sul bottone «Nuova raccolta mobile», compila il titolo e la descrizione, poi clicca Invia. Una volta inviato vedrai una scritta di conferma; clicca su «Ritorna alla home delle raccolte mobili» per tornare sulla pagina di gestione principale. O clicca il link apposito sulla barra di lato.

  • Per aggiungere copie a una raccolta mobile clicca su «Aggiungi o rimuovi copia» vicino al nome della raccolta nella lista delle raccolte mobili. Sotto la scritta «Aggiungi o rimuovi copie» leggi con il lettore o inserissci a mano il barcode della copia che vuoi aggiungere, poi clicca Invia o premi enter.

  • Per rimuovere una copia da una rotating collection, fare clic su Rimuovi accanto al barcode o spuntare al casella «Rimuovi la copia dalla collection» accanto al barcode sotto «Aggiungi o rimuovi copie», e scansiona o scrivi i barcode, cliccando Invia o premendo il tasto Invio se necessario. Nota: la casella di spunta «Rimuovi la copia dalla collection» rimarrà attiva mentre si è nella pagina «Aggiungi o rimuovi copie», per semplificare la rapida rimozione di più copie tramite la scansione dei barcode.

Trasferire una rotating collection

Trasferendo una rotating collection accadrà:

  • Cambia l’attuale localizzazione delle copie nella collezione in quella in cui vengono trasferite

  • Inizia a trasferire dalla corrente localizzazione alla localizzazione in la collezione si trasferisce. Quando la biblioteca riceve la collezione deve far rientrave le copie per completare il traserimento-

Puoi trasferire una collezione in uno di questi due modi:

  • Dalla pagina principale delle Rotating Collections, clicca su “Trasferisci” vicino al titolo della collezione che vuoi trasferire; scegli la bibliotecha in cui vuoi trasferire la collezione e clicca su «Trasferisci la collezione».

  • Oppure, dalla pagina «aggiungi o rimuovi copie» di una raccolta mobile, puoi cliccare sul bottone “Trasferisci”, scegliere la biblioteca in cui vuoi trasferire e cliccare «Trasferisci la raccolta mobile».

    Importante

    Per completare il processo di trasferimento, la biblioteca che riceve la rotating collection deve far rientrare tutte le copie quando le riceve. Questo chiuderà la fase di trasferimento così le copie non risulteranno più “in transito”.

Se una copia di una rotating collection viene prestata/rientra in una biblioteca diversa da quella dove doveva essere trasferita, una notifica apparira al personale della biblioteca avvisando che si tratta di una copia di una rotating collection. Inoltre dirà a quale biblioteca va inviata.

image292

Catalogo

Cancellazione copie via batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogazione > Cancellazione di copie in blocco

Questo strumento ti permette di cancellare delle copie da Koha con una lavorazione in batch

Da questo strumento puoi scegliere di caricare un file con i barcode o con gli id delle copie, oppure puoi inserire i barcode con la pistola uno alla volta nel box sotto lo strumennto di carico.

image298

Una volta che hai caricato il file o scansito i barcode, puoi fare click su “Continua”.

Verrà presentata una schermata di conferma. Da qui è possibile deselezionare le copie che non si desidera eliminare e decidere se Koha dovrebbe eliminare il record bibliografico se l’ultima copia viene eliminata prima di cliccare “Elimina copie selezionate.” Se vuoi puoi eliminare il record bibliografico mentre se ne sta cancellando l’ultima copia, fare clic sulla casella di controllo accanto a “Elimina il record se non ci sono copie rimanenti”.

image299

Se il tuo file (o lista di barcode) ha più di 1000 barocde, Koha non sarà in grado di farti vedere la lista delle copie. Potrai sempre cancellarle, ma non potrai indicare quali vanno in concreto cancellate e quali record bibliografici cancellare.

image300

Se la copia è in prestito, premendo “Cancella copie selezionate” comparirà un messaggio di errore e le copie non verranno cancellate.

image301

Se le copie possono essere cancellate, lo saranno e ti verrà chiesta conferma della tua cancellazione

image302

Modificare copie via batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Modificare copie via batch

Questo strumento ti permette di modificare delle copie in Koha con una lavorazione in batch

image293

Dallo strumento è possibile scegliere di caricare un file di codici a barre o ID di copia, o scansire le copie una alla volta nella casella sotto lo strumento di caricamento. È inoltre possibile decidere che le copie da modificare asumano valori predefiniti definiti nel framework di default.

Una volta che il file è caricato o i codici a barre sono nell’elenco, si può fare clic su «Continua».

image294

Ti verrà presentato un iassunto delle copie che vuoi modificare. Da qui potrai togliere le copie che non vuoi modificare prima di fare i cambiamenti. Puoi anche nascondere le colonne di cui non hai bisogno per evitare di dove scorre il form da sinistra a destra.

Nota

Per deselezionare tutte le copie ora in prestito è possibile fare clic sul link “Deselezione quanto in prestito” nella parte superiore del modulo.

Usando la maschera di edit, puoi scegliere su quali campi effettuare le modifiche. Attivando la casella a destra di ogni campo, puoi cancellare i valori di quel campo nei record su cui stai lavorando.

image295

Una volta fatti i cambiamenti, ti saranno presentate le copie risultanti.

image296

Nota

Puoi modificare le copie di un record anche in batch, aprendo il record e scegliendo Modifica > Modifica le copie in batch

image297

Cancella records via batch

Questo strumento esegue una procedura batch sui numeri di record per ciascun record bibliografico o record di authority e ti permette di cancellare tutti questi record e ogni copia ad essi attaccata.

image1231

La prima cosa da comunicare alla funzione è se vuoi cancellare records bibliografici o di authority. Poi puoi scegliere o di caricare un file con la lista dei numeri dei records bibliografici o delle authority o inserire una lista degli stessi nell’apposito box. Una volta che avrai sottomesso il form, ti sarà presentato un elenco dei records che stai per cancellare.

image1232

Se un record che vuoi cancellare non può essere cancellato verrà evidenziato.

Marca i record che vuoi cancellare e clicca sul pulsante “Cancella i record selezionati” per terminare l’operazione.

Modifica record via batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Modificare record via batch

Questo strumento vi permetterà di modificare lotti di registrazioni bibliografiche e / o di autorità usando Modelli di modifica MARC . Prima di visitare questo strumento bisogna impostare almeno un modello di modifica MARC.

image303

Quando visiti questo strumento ti verra chiesto:

  • Scegli se vuoi vedere editare i record bibliografici o di authority

  • Inserisci un biblionumber o un id di authority

    • Puoi caricare un file con quei numeri oppure

    • Inserisci i numeri (uno per linea) nel box fornito

  • In fine scegli il template di modifica MARC che vuoi usa per manipolare questi records.

Quando hai inserito i tuoi criteri, clicca “Continua”

image1233

Ti verrà presentata una lista di records che verranno modificati. Vicino ad ogniuno di essi c’e” una casella di spunta, così che puoi togliere ogni record che non vuoi sia modificato in questa occasione.

Cliccando “Anteprima MARC” vedrai i cambiamenti che verrano fatto una volta lanciate le modifiche.

image1234

Una volta che sei sicuro che tutto è come tu vuoi, clicca il bottone “Modifica i record selezionati” e i records saranno modificati.

Modifiche automatiche copie per età

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Modifica automatica di copie per età

Questo strumento permette di modificare campi determinati in base al raggiungimento di una certa età della copia.

Nota

Nota che è necessario avere il permesso items_batchmod per accedere allo strumento

Importante

Le impostazioni di questo strumento regolano il corrispondente cron job

Se non hai ancora creato regole, vedrai l’opzione “Aggiungi regole” nella pagina Strumenti. Clicca sul bottone per creare regole.

image1235

Se hai già creato regole, vedrai il bottone “Modifica regole”. Per creare una nuova regola, clicca su “Modifica regole” in alto nella pagina

image304

Verrai portato a una pagina quando puoi cambiare le regole o crearne una nuova

image305

Nel form che appare puoi inserire:

  • il numero di giorni dopo cui l’elemento verrà aggiornato (età)

  • quali criteri sono necessarii per attivare l’aggiornamento (Condizioni)

  • quali cambiamenti vengono fatti quando lo script viene eseguito (Sostituzioni)

image306

Una volta che hai finito è possibile fare clic sul link «Aggiungi questa regola» e quindi aggiungere ulteriori regole oppure è possibile fare clic sul pulsante “Invia queste regole” per salvare le modifiche.

image307

Export dati (MARC & Authorities)

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogazione > Esportazione dati

In Koha c’è uno strumento per esportare i tuoi dati bibliografici, di autorità e di copia in massa. Può essere usato per inviare i dati ad altre biblioteche o servizi oppure per backup.

Esporta record bibliografici

In alto sullo schermo, scegli quali dati stai per esportare. Se si tratta di record bibliografici, fai click sul tab “Esporta record bibliografici”.

  • Compila il modulo per limitare la esportazione a un intervallo specifico (tutti i campi sono facoltativi)

    image308

    • Scegli di limitare l’esportazione con una o più tra le seguenti opzioni

      • Limita a un intervallo di numeri di sistema

      • Limita a tipi di copia

        • Importante

          Questo limite utilizzerà il tipo definito nella preferenza item-level_itypes. Se la preferenza voce-level_itypes è impostata su “copia specifica” e non ci sono copie collegate ad un record bibliografico, questo non verrà esportato. Per ottenere tutti i record bibliografici di un tipo specifico è necessario che la preferenza item-level_itypes sua impostata a “biblio record”.

      • Limita a una biblioteca o ad un gruppo determinato di biblioteche

        • Importante

          Questo è un filtro: se lasciato sul default (tutte le biblioteche selezionate) o messo su una o più biblioteche, i record bibliografici senza copie non verranno esportati. Per esportare i records senza copia devi “deseliziona tutto” ( nessuna biblioteca selezionata).

      • Limita con un intervallo di segnature

      • Limita a un intervallo di date di acquisto

    • Se lo desideri puoi caricare un file con la lista dei biblionumber per i record che vuoi esportare. Il tipo di file deve essere .csv o .txt

      image309

    • Successivamente scegliere cosa saltare quando si esporta

      image310

      • Per default tutte le copie sono esportate a meno che la casella “Non esportare copie” non sia spuntata

      • Per limitare l’export alle sole copie della biblioteca con cui sei collegato (se hai lasciato nel campo “Biblioteca” “Tutti”) o alla biblioteca che hai selezionato sopra, allora seleziona l’opzione “Rimuovi copie non locali”

      • Devi scegliere quali campi non vuoi esportare. Puoi rimuovere tutti i campi locali prima di inviare i tuoi dati a un’altra biblioteca

    • Infine, scegliere il tipo di file e il nome file

      image311

      • Scegli di esportare i tuoi dati in MARC oppure nel formato MARCXML

      • Scegli il nome del file in cui salvi

    • Clicca “Esporta record bibliografici”

Esporta records di authority

In alto sullo schermo, scegli quali dati stai per esportare. Se si tratta di record di autorità, fai click sul tab “Record di autorità”.

  • Compila il form per limitare il tuo export a un insieme specifico o tipologia di records di autorità (tutti i campi sono opzionali)

    image312

  • Oppure si può scegliere un file con degli authids che verrano esportati

image1236

Il tipo di file deve essere . csv o. txt

  • Poi scegli campi che si desidera escludere dalla esportazione separati da uno spazio (senza virgole)

    image313

    • Se vuoi escludere tutti i sottocampi del campo 200, indica solamente 200

    • Se vuoi escludere un sottocampo specifico, indicalo dopo il nome del campo; per esempio 100a escluderà il sottocampo “a” del campo 100

  • Infine, scegliere il tipo di file e il nome file

    image314

    • Scegli di esportare i tuoi dati in MARC oppure nel formato MARCXML

    • Scegli il nome del file in cui salvi

  • Clicca “Esporta records di authority”

Inventario

  • Get there: More > Tools > Catalog > Inventory

Koha’s Inventory tool can be used in one of three ways: 1. By printing out a shelf list that you can then mark items off on;

  1. By uploading a text file of barcodes gathered by a portable scanner;

  2. By comparing a text file of barcodes gathered by a portable scanner to a generated shelf list.

If you do not have the ability to use your barcode scanner on the floor of the library, the option available to you is to generate a shelf list based on criteria you enter.

image315

First, choose the criteria for the items you want to print out on a list. All parameters are optional, but if none are selected, the resulting list might be quite large.

  • Library: choose the branch you want to check, as well as if that branch is the home library or the current holding library of the items.

  • Shelving location (items.location) is: you can filter by location.

  • Item callnumber between … and …: you can also limit the list to a specific range of callnumbers.

You can filter even more with item statuses (not for loan status, lost status, withdrawn status or damaged status). Check the boxes next to the statuses you want to include. For example, if you are using the list to shelf read, check only the “for loan” status as the other items probably won’t be on the shelves.

  • Last inventory date: enter a date here to skip items that have been marked as seen recently.

  • Skip items on loan: check this box to filter out loaned items from the list.

  • Export to CSV file: check this box to generate a CSV file for altering in an application on your desktop. If this box is unchecked, the list will be presented on the screen.

Click on “Submit” to generate your shelf list. You can then print it to use while walking around the library checking your collection or use it directly in Koha on a portable device.

image316

Once you have found the items on your shelves, return to this list and check the boxes next to the items you found. Next, click on one of the three buttons to continue:

  • Mark seen and quit: updates the “last seen” date of the checked items to today and returns to the previous screen.

  • Mark seen and continue: updates the “last seen” date of the checked items to today and shows the next page of the list.

  • Continue without marking: doesn’t update any of the items on this page and shows the next page of the list.

If you have a portable scanner (or a laptop and USB scanner) you can walk through the library with the scanner in hand and scan barcodes as you come across them (on a laptop, scan the barcodes into a text file). Once finished you can then upload the text file generated by the scanner to Koha.

image317

Choose the text file and the date you want to mark all items as seen and then scroll to the very bottom and click “Submit”. This will update all the items” “last seen” date to the chosen date. By default, this will also check in the items scanned as it is assumed that they are on the shelf and so not loaned out. If you do not want to check in scanned items, check the “Do not check in items scanned during inventory” before clicking “Submit”.

Alternatively, you can combine the two methods to automatically compare a list of scanned barcodes with a generated list. First, upload you barcode file and choose the date you want to appear in the items” “last seen” field. The “Compare barcodes list to results” checkbox should automatically be checked. If you do not want the scanned items to be automatically checked-in if they are checked-out, make sure you check the “Do not check in items scanned during inventory” checkbox. Choose the filters (library, shelving location, callnumbers or statuses) to generate a list with which to compare your barcodes. Click on “Submit”.

Nota

Depending on the number of barcodes you are comparing, this may take a few minutes. It is not recommended to compare lists of more than 1000 barcodes as this may cause a session timeout.

Once Koha has finished comparing the barcodes file to the generated list, it will return the number of items updated and a list of problematic items.

  • Missing (not scanned): the item is in the generated list but not in the barcodes file.

  • Found in wrong place: the item is in the barcodes list, but not in the generated list.

  • Still checked out: the item is checked out, but is in the generated list. It was not automatically checked in.

  • Barcode not found: the barcode doesn’t exist.

  • Item withdrawn: the item has “withdrawn” status, but it is in the barcodes file.

Creatore di etichette

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Creatore etichette

Il creatore di etichette ti permette di usare layout e template per definire una forte varietà di etichette da stampare, inclusi i barcode. Alcune caratteristiche del modulo “Creatore di etichette”:

  • Personalizza il layout delle etichette

  • Definire dei template personalizzati per stampare etichette

  • Costruisci e gestisci batch di etichette

  • Esporta batch singoli o multipli

  • Esporta una o pià etichette all’interno di un batch

  • Esporta i dati delle etichette in uno di questi tre formati:

    • PDF - Leggibile da ogni lettore PDF standard, rende le etichette stampabili direttamente su una stampante

    • CSV - Esporta i dati delle etichette dopo che il layout è stato scelto permettendo di importare le etichette in una grande varietà di applicazioni

    • XML - Incluso come formato alternativo di export

Templates

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore etichette > Gestisci template di etichetta

Un template è la collezione di etichette/schede che stai usando. Il template può essere Avery 5160 per le etichette degli indirizzi, Gaylord 47-284 per le etichette dei dorsi oppure Avery 28371 per le schede degli utenti. Queste etichette contengono tutte le informazioni di cui hai bisogno per configurare Koha, queste informazioni possono essere contenute nell’involucro oppure si possono trovare sul sito del fornitore.

Aggiungi un template

Per aggiungere un nuovo modello, fare clic sul pulsante “Nuovo” in alto del Creatore di etichette e scegli “Template etichetta”.

image318

Usando il form che appare puoi definire il template per il foglio che usi per stampare le etichette o le tessere.

image319

  • Il template ID è generato automaticamente dopo che hai salvato il template, è semplicemente un id generato automaticamente

  • Il codice del template è qualcosa che serve a identificare il tuo template in una lista di template

  • Puoi usare la descrizione per aggiungere informazioni circa il template

  • La lista “Unità” è utilizzata per definire la scala di misura che stai usando per i template. Probabilmente coinciderà con le unità di misura usate nella descrizione del template nella descrizione data dal fornitore del prodotto.

    image320

  • Le misure, numero di colonne e numero di righe possono essere trovate sulla confezione del prodotto o sul sito web del fornitore.

    • Importante

      Se non si fornisce un margine sinistro nel modello, si applica per impostazione predefinita il margine di 3/16» (13,5 punti).

  • Un profilo è un insieme di «aggiustamenti» ad un dato modello appena prima della stampa che compensa anomalie uniche e peculiari di una determinata stampante (a cui viene assegnato il profilo).

    • Prima di raccogliere un profilo cerca di stampare alcune schede di esempio così da poter definire facilmente il profilo adatto alla combinazione scelta di templatate / stampante.

    • Dopo aver trovato eventuali anomalie nel documento stampato, creare un profilo e assegnarlo al modello.

Dopo aver salvato, i tuoi template appariranno nell’area “Gestione” sotto “Template etichetta”.

image321

Profili

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore etichette > Gestisci profili stampanti

Un profilo è un insieme di «perfezionamenti» da applicare a un dato template subito prima della stampa, per compensare anomalie o peculiarità di ogni stampante (a cui il profilo è assegnato). Questo significa che se imposti un template e poi stampi una prova e noti che i dati delle copie non sono allineati correttamente alle etichette, devi impostare un profilo per la stampante (o addirittura per un determinato vassoio) per migliorare la stampa, per esempio introducendo spostamenti del testo a destra o a sinistra, in alto o in basso.

Se le etichette sono già stampate come le vuoi, non è necessario che tu crei un profilo.

Aggiungi un profilo

Per aggiungere un nuovo profilo, puoi fare clic sul pulsante “Nuovo” nella parte superiore dello strumento Creatore di etichette e selezionare “profilo stampante”.

image322

Usa il modulo che appare quando crei un profilo per sistemare eventuali problemi con il tuo template.

image323

  • Il nome della stampate e il raccoglitore di fogli non devono essere esattamente corrispondenti a quelli della tua stampante, sono lì come tua referenza, per aiutarti a ricordare quale stampante hai settato. Puoi dunque inserire il numero di meodello o anche “la stampante sul mio tavolo”

  • Il templeta va compilato una volta che hai scelto quale template collegare al profilo nel form di modifica template

  • La lista “Unità” è utilizzata per definire la scala di misura che stai usando per i profili

    image324

  • “Offset” descrive cosa succede quando l’intera immagine è fuori centro o verticalmente o orizzontalmente e “margini” descrive una condizione quando la distanza tra le etichette varia attraverso o su e giù della pagina

    • In questi valori, i numeri negativi muovono l’errore in su e a sinistra, i numeri positivi muovono l’errore in giù e a destra

    • Esempio: il testo è .25» (pollici) dal margine sinistro della prima etichetta, .28» dal margine sinistro della seconda etichetta, e da .31» dal margine ministro della terza. Questo significa che il margine orizzontale va messo a .03» per gestire questa differenza.

Dopo aver salvato, i tuoi profili appariranno nell’area “Gestione” sotto “Profili stampanti”.

image325

Una volta che hai salvato il tuo nuovo profilo, puoi tornare alla lista dei templates e scegliere di modificare il template che usa questo profilo.

Layouts

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore etichette > Gestisci > Layout

Devi definire quali campi o sottocampi vuoi esportare, separandoli con barra verticale.

Definisci un layout

Per aggiungere un nuovo layout, si deve fare clic sul pulsante “Nuovo” nella parte superiore dello strumento Creatore di etichette e scegliere “Layout”.

image326

Usa il modulo che appare quando crei un profilo per sistemare eventuali problemi con il tuo template.

image327

  • Il nome del layout può essere qualsiasi cosa che aiuti a identificarlo in un secondo momento.

  • Se questo è un codice a barre ti consigliamo di scegliere la codifica (Code 39 è il più comune)

  • Il tipo di layout può essere una combinazione di informazioni bibliografiche e / o codice a barre. Per esempio un’etichetta sul dorso sarebbe solo Biblio mentre un’etichetta per lo staff della circolazione per il prestito di un libro sarebbe probabilmente Biblio / Barcode.

  • I dati bibliografici da stampare includono tutti i campi mappati nella griglia di catalogazione. Puoi scegliere da un elenco precompilato o puoi cliccare su “Elenco campi” e inserire i tuoi dati. In “Elenco campi” puoi indicare sottocampi MARC nella forma a 4 caratteri (p.es. 245a per il campo titolo MARC21). Puoi concatenare campi nella forma «099a 099b» o «itemcallnumber barcode». Questi campi sono quelli dalle tabelle del database elencati sotto. Potrai anche indicare testo libero: «testo a piacere».

    • È possibile utilizzare il visualizzatore di schema (http://schema.koha-community.org) con le seguenti tabelle per trovare i nomi dei campi da utilizzare:

      • Attualmente tutti i campi nelle seguenti tabelle sono utilizzati: items, biblioitems, biblio, branches

        image328

  • Scegliere se l’etichettatrice deve stampare le linee guida intorno a ogni etichetta

  • Scegli se Koha dividerà le tue segnature (tipico delle etichette sul dorso)

  • Al termine scegli allineamento, font e dimensione per il tuo testo.

Dopo aver salvato, i tuoi layout appariranno nella pagina “Gestisci i layout”.

Lavorazioni batch

  • Vai a: Più > Strumenti > Creatore di etichette > Gestischi > Batch di etichette

I batch sono basati su un elenco di barcode che vuoi stampare. Una volta entrato in questo strumento, potrai cercare i record di copia di cui vuoi stampare le etichette.

Aggiungi un batch

I lotti o batch possono essere creati in due modi. Il primo è quello di fare clic sul link “Crea etichetta batch” sulla pagina “Deposito MARC records per l’importazione”:

image329

L’altro è creare un nuovo batch dallo strumento di creazione etichette

image330

Sarai portato a un form con un bottone “Aggiungi copia(e)” nella parte inferiore della pagina e una casella riempibile con la scansione di codici a barre o con numeri di copia.

image331

È possibile sia inserire i codici a barre nella casella (usando il lettore a pistola ad esempio)e cliccare sul pulsante “Aggiungi copia(e)” oppure è possibile fare clic sul pulsante “Aggiungi copia (s)” lasciando vuota la casella. Facendo clic su “Aggiungi copia(e)” con niente nella casella si aprirà una finestra di ricerca per permetteri di cercare le copie che si desidera aggiungere al batch.

image332

Dai risultati, clicca la casella di spunta di ciascuna copia che vuoi aggiungere al batch, poi clicca il bottone “Aggiungi selezionati al batch”. Puoi anche aggiungere le copie una ad una cliccando “Aggiungi” alla sinistra di ogni copia.

image333

Dopo aver aggiunto tutte le copie, clicca il bottone “Fatto”. La pagina successiva mostrerà le copie da te scelte.

image334

Per stampare le etichette, clicca il bottone “Esporta tutto il batch”. Per stampare solo alcune etichette, clicca il bottone “Esporta linee selezionate”. In ogni caso ti verrà chiesta conferma e quale template e layout vuoi usare.

image335

Ti verranno offerte tre opzioni di download: PDF, Excel e CSV.

image336

Dopo aver salvato il file, stampa sulle etichette usate nella tua biblioteca.

Creatore etichette per il dorso

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Creatore etichette per il dorso

    Nota

    Questo strumento non utilizza i layout o modelli di etichette, ma stampa semplicemente un’etichetta sul dorso nel primo posto sul foglio di etichette.

    • Definisci i campi da stampare sull’etichetta del dorso nella preferenza di sistema SpineLabelFormat

    • Formatta la stampa delle etichette modificando il css spinelabel.css che trovi in koha-tmpl/intranet-tmpl/prog/en/css/

Per usare questo strumento hai bisogno solo del barcode dell’opere di cui vuoi stampare l’etichetta per il dorso.

image337

Templates di modifica MARC

I template di modifica MARC permettono agli utenti Koha di modificare i record MARC automaticamente durante il processo di importazione.

Questo strumento è utile per modificare record MARC provenienti da diverse fonti. Il sistema permette di creare uno script di livello base usando le azioni Copia, Muovi, Modifica e Cancella sui campi MARC.

Inzia aggiungendo un nuovo template (un template puo essere fatto di una o più azioni) inserendo un nome e cliccando su “Crea template”.

image338

Il prossimo passo è aggiungere azioni al template compilando la relativa sezione. Per esempio se stai caricando dei records dal fornitore di ebook, potresti voler aggiungere la stringa “EBOOK” in 942 $c, che contiene la biblio item type.

image1237

  • Scegli “Aggiungi/Aggiorna”

  • Inserisci il campo “942” e il sottocampo “c”

  • Inserisci il valore “EBOOK” (o qualunque sia il tuo codice di tipo di copia per gli e-book)

  • Inserisci una descrizione affinché tu possa identificare l’azione in un secondo momento

  • Clicca “Aggiungi azione”

Ogni azione può avere un’opzione aggiuntiva che controlla il valore o l’esistenza di un altro campo. Ad esempio, se la collocazione della copia non è presente, puoi aggiungerla in questa maniera.

image339

  • Scegli “Copia”

  • Decidere se si desidera copiare la prima occorrenza o tutte le occorrenze del campo

  • Inserisci il campo “090” (o altro campo bibliografico con la collocazione) e il sottocampo “a” per copiare

  • Inserisci “952” e “o” da copiare in

  • Scegli “se”

  • Inserisci “952” e “o” da copiare in

  • Scegli «non esiste»

  • Inserisci una descrizione affinché tu possa identificare l’azione in un secondo momento

  • Clicca “Aggiungi azione”

Le azioni Copia e Muovi supportano anche le espressioni regolari, che possono essere usate per modificare automaticamente i valori durante l’elaborazione dell’azione. Un esempio può essere il togliere il carattere $ dal campo 020$c.

image340

  • Scegli “Copia e sostituisci”

  • Scegli se copiare la solo prima oppure tutte le occorrenze del campo

  • Inserisci il campo 020 e il sottocampo c da copiare

  • Inserisci “020” e “c” da copiare in

  • Selezionare la casella “RegEx” e immettere l’espressione regolare (in questo caso s/\$// )

  • Scegli “se”

  • Inserisci il campo 020 e il sottocampo c

  • Scegli «corrisponde»

  • Selezionare la casella “RegEx” e immettere l’espressione regolare (in questo caso m/^\$/ )

  • Inserisci una descrizione affinché tu possa identificare l’azione in un secondo momento

  • Clicca “Aggiungi azione”

    Nota

    Il valore di un update può includere variabili che cambiano ogni volta che il template viene usato. Attualmente il sistema supporta due variabili, __BRANCHCODE__ e __CURRENTDATE__ . La prima e” il valore della biblioteca che usa il template, la seconda è la data corrente in formato ISO ( YYYY-MM-DD).

Si potrebbero anche utilizzare espressioni regolari per aggiungere l’URL del proxy della biblioteca come prefisso dei link nel record MARC.

image1238

  • Scegli “Copia e sostituisci”

  • Scegli se copiare la solo prima oppure tutte le occorrenze del campo

  • Inserire il campo 856 e il sottocampo u da copiare

  • Inserire il campo 856 e il sottocampo u di destinazione

  • Selezionare la casella “RegEx” e immettere l’espressione regolare (in questo caso s/^/PROXY_URL/ )

  • Inserisci una descrizione affinché tu possa identificare l’azione in un secondo momento

  • Clicca “Aggiungi azione”

Al momento di scegliere tra “Copia” e “Copia e sostitisci” tieni il seguente esempio in mente:

245 _aThe art of computer programming _cDonald E. Knuth.
300 _aA_exists _bB_exists

Se applichiamo (a) Copia l’intero campo 245 su 300, otteniamo:

245 _aThe art of computer programming _cDonald E. Knuth.
300 _aA_exists _bB_exists
300 _aThe art of computer programming _cDonald E. Knuth.

Se applichiamo (b) Copia il sottocampo 245$a su 300$a, otteniamo:

245 _aThe art of computer programming _cDonald E. Knuth.
300 _aThe art of computer programming _bB_exists

Una volta che le azioni sono salvate le puoi vedere in cima alla pagina. Le azioni posso essere spostate usando le frecce alla loro sinistra.

image341

Per alcune azioni l’ordine è molto importante. Ad esempio, bisogna fare attenzione a non cancellare un campo prima di copiarlo su un altro.

Per creare un altro template puoi iniziarlo da zero o cliccare su “Duplica il template corrente” per creare un copia del template corrente su cui inizare a lavorare.

image342

Una volta che il modello viene salvato si sarà in grado di recuperarlo quando si utilizza lo strumento Deposito MARC records per l’importazione.

image343

Deposito MARC records per l’importazione

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Deposito MARC records per l’importazione

Questo strumento può essere usaro per importare sia recorda bibliografici che di authority salvati in formato MARC. L’import di record in Koha include due passaggi. Il primo è immagazzinare record per l’import.

  • Per prima cosa trova il file MARC sul tuo computer

    image344

  • Poi ti verranno presentate le opzioni per il match tra i record e l’importazione nelle copie

    image345

    • Immettere “Commenti su questo file” per identificare il caricamento quando si va allo strumento “Gestisci il deposito dei records MARC

    • Dì a Koha che tipo di file è, bibliografico o authority

      image346

    • Scegli la codifica dei caratteri

      image347

    • Scegliere se si desidera utilizzare un Templates di modifica MARC per modificare i dati che stai per importare

      image348

    • Scegliere se si desidera o meno cercare record corrispondenti

      image349

      • È possibile impostare le regole per corrispondenza record attraverso l’area di amministrazione

        image350

        • Quando si utilizza la regola di corrispondenza ISBN Koha troverà solo corrispondenze esatte. Se si scopre che l’uso degli ISBN non funziona bene è possibile cambiare la preferenza AggressiveMatchOnISBN in modo da attivarla e quindi eseguire di nuovo l’importazione.

    • Poi scegli cosa fare con i record che coincidono se vengono trovati

    • Infine scegli cosa fare con i records che risultano univoci

    • Poi puoi scegliere se importare o no i dati di copia presenti nei record MARC (se stai importando da un file con record bibliografici)

      image351

      • Da qui è possibile scegliere di aggiungere sempre elementi indipendentemente dallo stato della corrispondenza, aggiungere copie solo se è stato trovato un record bibliografico corrispondente, aggiungere copie solo se non vi era un record bibliografico corrispondente, sostituire le copie se è stato trovato un record bibliografico corrispondente (Il match esaminerà la itemnumbers e barcode per abbinare le copie. Itemnumbers ha precedenza su barcode), o Ignorare le copie senza aggiungerle.

  • Clicca su “Prepara per l’importazione”

  • Verrà richiesta una conferma all’import MARC

    image352

  • Per completare il processo continuare usando lo Strumento di Gestione del deposito dei records MARC

Strumento di Gestione del deposito dei records MARC

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Gestione del deposito dei records MARC

Una volta che hai messo in deposito i tuoi record, puoi completare la loro importazione con questo strumento.

image353

  • Dall’elenco di record in deposito, fare clic sul nome del file che si desidera importare

    • Vedrai che i record già importati sono segnati in maniera apposita sotto l’etichetta “Status”

  • Apparirà un riepilogo del tuo import con l’opzione di cambiare le regole di corrispondenza

    image354

  • Dopo si trova l’opzione per importare il gruppo di record bibliografici tramite una griglia di catalogazione

    image355

    • Non è necessario scegliere una griglia diversa da Default, ma è utile per eseguire report e per avere il corretto livello bibliografico impostato in fase di catalogazione derivata.

  • Sotto la griglia di catalogazione ci sarà una lista di record che saranno importati

    image356

    • Controlla il sommario prima di completare il tuo import, per essere sicuro che le regole per il match abbiano funzionato come ti aspettavi

    • Le concordanze appariranno nella colonna «Dettagli concordanza»

      image357

      e quando si fa clic sul collegamento “Visualizza” sotto “Differenze” si può vedere la differenza tra le versioni.

      image358

  • Clicca “Importa nel catalogo” per completare l’import

    image359

  • Una volta che l’import è completato, un link ai nuovi record bibliografici apparirà a destra di ogni titolo importato

  • Puoi tornare indietro dall’import cliccando il bottone “Annulla l’importazione nel catalogo”

Record importati utilizzando questo strumento rimangono nel “deposito” fino a quando non sono rimossi. Questi record appariranno durante la ricerca del catalogo dallo strumento ` Catalogazione <#cataloging>`__:

image360

Per cancellare copie dalla “riserva”:

  • Guarda la pagina principale dello strumento “Gestisci records MARC preparati”

    image361

  • Per eliminare una lavorazione batch, clicca sul bottone “Cancella” sulla destra

  • Verrà presentato un messaggio di conferma

    image362

    • Accetta la cancellazione e i record verranno rimossi dall’area temporanea e lo stato diventerà “vuoto”

Carica le immagini di copertine locali

  • Vai a: Più > Strumenti > Catalogo > Carica le immagini di copertine locali

Questo strumento permette di caricare immagini di copertina per i materiali in catalogo. Per accedere a questo strumento, il personale avrà bisogno del permesso upload_local_cover_images permission . Affinché le immagini appaiano nel client del personale e / o nell’OPAC è necessario impostare le preferenze LocalCoverImages e / o OPACLocalCoverImages su “Mostra”. Le immagini possono essere caricate in batch o una per una.

Nota

Koha non ha un limite di dimensione massima del file per questo strumento, ma Apache può limitare la dimensione massima di upload (parlare con l’amministratore di sistema).

Nota

Quando si desidera caricare più immagini per un record bibliografico, si visualizzano da sinistra a destra (quindi verso il basso, a seconda dello schermo), in ordine di caricamento, e quella a sinistra (la prima caricata) sarà quella utilizzata come icona nei risultati di ricerca e nella pagina di dettaglio. Non c’è modo di riordinare le immagini di copertina caricate in questo modo, per cui bisogna essere sicuri di caricarle nell’ordine che si desidera visualizzarle.

image1239

Se carichi una singola immagine:

  • Accedi allo strumento e premi il bottone “Scorri” per vedere le immagini locali.

    image363

  • Clicca su “Carica il file”

  • Scegli “file immagine” nella sezione “tipo file”

  • inserisci il biblionumber del records a cui stai collegando l’immagine. Non è lo stesso valore del barcode, è il numero di sistema assegnato da Koha.

    • Cerca il biblionumber guardando alla fine dell’URL nella barra degli indirizzi quando sei sulla pagina di dettaglio

      image364

    • o facendo clic sulla scheda MARC nella pagina di dettaglio nell’interfaccia dello staff

      image365

  • Se vuoi sostituire una qualsiasi immagine di copertina che hai caricato in passato, selezione il flag “Sostituisci copertine esistenti” nella sezione “Opzioni”

  • Clicca “Lavorazione immagini”

  • Ti verrà presentato un riassunto del caricamento e un link a record a cui hai aggiunto l’immagine

Se vuoi caricare un gruppo di immagini tutte insieme, devi preparare un file ZIP prima.

  • Inserisci nel file zip tutte le immagini che stai caricando

  • Includere anche un file di testo (* .TXT) denominato sia datalink.txt o idlink.txt che contenga il biblionumber seguito dal nome dell’immagine per ogni immagine uno per riga

    • ex. 4091,image4091.jpg

      image366

  • Cerca sul tuo computer file di tipo *.zip

  • Clicca su “Carica il file”

  • Scegli “file zip” nella sezione “tipo file”

  • Se vuoi sostituire una qualsiasi immagine di copertina che hai caricato in passato, selezione il flag “Sostituisci copertine esistenti” nella sezione “Opzioni”

  • Clicca “Lavorazione immagini”

  • Ti verrà presentato un riassunto del carico

    image367

    Importante

    L’immagine di origine viene utilizzata per generare l’immagine di anteprima di 140 x 200 px e l’immagine piena di dimensioni 600 x 800 px. L’immagine originale non verrà memorizzata da Koha

Potrai vedere le tue immagini di coperte nel client dello staff nella pagina di dettagli del record, sotto l’etichetta Immagine della tabella delle copie

image368

Nell’Opac le immagini di copertina appariranno nel punto previsto, vicino al titolo e nei risultati di ricerca.

Se si desidera rimuovere una immagine di copertina è possibile fare clic su “Elimina immagine” sotto l’immagine se si ha il permesso upload_local_cover_images.

Strumenti aggiuntivi

Calendario

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Calendario

La biblioteca può definire che i giorni di chiusura e le ferie vengano usati quando si calcolano le date di restituzione. Puoi fare uso del Calendario configurando ad hoc le appropriate preferenze di sistema:

  • Vai a:Più > Amministrazione > Preferenze di sistema > Circolazione > useDaysMode

    • Scegli il metodo per calcolare la data di restituzione - includendo i giorni in cui la biblioteca chiude oppure no.

  • Vai a: Più > Amministrazione > Preferenze di sistema > Circolazione > finescalendar

    • Questo controlla con il calendario delle chiusure/festività prima di caricare le multe

image369

Aggiungi eventi

Prima di aggiungere degli eventi, scegli la biblioteca a cui vuoi applicare delle chiusure. Quando aggiungi degli eventi ti verrà chiesto di applicare l’evento a una o più biblioteche. Per aggiungere un evento, semplicemente

  • Clicca sulla data nel calendario per impostare la chiusura a

    image370

  • Nel modulo che appare sopra il calendario, inserire le informazioni di chiusura (per ulteriori informazioni su ogni opzione fare clic sul punto di domanda [?] alla destra dell’opzione)

    • La biblioteca viene messa in automatico basandosi sulla biblioteche che hai scelto nella lista all’inizio della pagina

    • L’informazione sul giorno viene inserita in automatico basandosi sulla data che tu scegli sul calendario

    • Nella descrizione metti la regione per cui la biblioteca è chiusa

    • Poi si può scegliere se questo evento è un evento di una volta o se è ripetibile.

      • Se è una chiusura per un giorno scegli “Chiusura solo in questo giorno”

      • Se è una chiusura settimanale (com il weekend) puoi scegliere “Chiusura ripetuta lo stesso giorno della settimana”

      • Se vi è una chiusura ripetutoa ogni anno, schegli «Chiusura ripetuta ogni anno nella stessa data»

      • Se la biblioteca viene chiusa per una settimana o una serie di giorni l’anno, scegli “Chiusura ripetuta ogni anno nella stessa data” e inserisci una data “Fino a” sopra

      • Se la biblioteca viene chiusa per una serie di giorni l’anno (come nelle vacenze estive per le scuole), scegli “Chiusura ripetuta ogni anno nella stessa data” e inserisci una data “Fino a” sopra

    • Infine, decidere se questo evento deve essere applicato a tutte le biblioteche o solo quello che avete originariamente selezionato

      • Se si preferisce immettere tutte le vacanze e poi copiarle ad un’altra biblioteca tutto in una volta, è possibile utilizzare il menu di copia sotto il calendario

        image371

  • Dopo il salvataggio l’evento verrà mostrato nel sommario alla destra del calendario

    image372

Modifica eventi

Per modificare gli eventi

  • Clicca sull’evento nel calendario se vuoi fare dei cambiamenti (per fare i cambiamenti clicca sulla data nel calendario, non sull’evento elencato nella tabella riassuntiva)

    image373

  • Da questo modulo è possibile apportare modifiche alla vacanza o eliminare completamente la vacanza.

    • Tutte le azioni richiedono di fare clic su “Salva” prima che la modifica venga apportata.

  • Cliccando su eventi ripetibili offrirà opzioni leggermente diverse

    image374

    • Nel form qui sopra puoi notare che c’è l’opzione “Crea una eccezione per chiusura/festività ripetuta”, scegliendola farai in modo che la data non sia uan chiusura anche se di solito la biblioteca è chiusa in quella data.

      • Tutte le azioni richiedono di fare clic su “Salva” prima che la modifica venga apportata.

Aiuto

Quando aaggiungi o modifichi eventi, puoi avere una help aggiuntivo cliccando sul segno ? vicino a diverse opzioni del form

image375

Profili CSV

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Profili CSV

I profili CSV definiscono in quale modo il carrello o la lista vengono esportati.

Aggiiungi profili CSV

Per aggiungere un profilo CSV

  • Fare clic su “Profili CSV” dal menu strumenti

  • Il “tipo di profilo” determina quale tipo di campi si intende utilizzare (MARC o SQL) per definire un profilo

    • Se scegli MARC sarà necessario immettere campi MARC

    image376

    • Se scegli SQL, sarà necessario inserire campi di database SQL

      image377

    • Il “Nome profilo” apparirà nell’export nella lista di selezione quando scegli di scaricare dal tuo carrello o lista

      image378

    • La “Descrizione del profilo” è per tua comodità, ma apparirà anche nell’OPAC quando gli utenti scaricano il contenuto, per cui conviene che sia una descrizione chiara per tutti

    • Il “Separatore CSV” è il carattere usato per separare valori o gruppi di valori

      Nota

      L’opzione più comune qui è virgola, dato che molti programmi di fogli elettronici sanno come aprire file con dati separati da virgole.

    • Il Separatore di campo è il carattere utilizzato per separare i campi duplicati

      • Esempio: il campo 650 può essere ripetuto e questo è il carattere che li separerà nella colonna

        image379

    • Il “separatore di sottocampo” è il carattere utilizzato per separare i sottocampi duplicati

      • Esempio: in un campo possono esserci sottocampi $a ripetuti

    • Il campo “Codifica” permette di indicare il set di caratteri usato per salvare il file

    • Infine formatta il file CSV utilizzando il campo “Profilo MARC” o “Profilo SQL”

      • Definire quali campi o sottocampi si desidera esportare, separati da barre verticali. Esempio: 200|210$a|301 per MARC e biblio.title|biblio.author per SQL

      • Nota

        Suggerimento: puoi anche usare delle tue intestazioni (headers) al posto di quelle di Koha premettendo la tua intestazione seguita da un uguale al numero del campo.Esempio: Nome di persona=100|Titolo proprio=245$a|300

    Un volta digitata tutta l’informazione del tuo profilo, fai click su “Invia” e ti verrà presentata la conferma di salvataggio del profilo.

    image380

Modifica i profili CSV

Una volta che hai creato almeno un profilo CSV, l’opzione “Modifica profili CSV” apparirà a fianco del bottone “Nuovo profilo”.

image381

  • Scegli il profilo da modificare e cambia i campi necessari.

  • Dopo aver inviato i cambiamenti, ti verrà presentato un messaggio di conferma.

    image382

  • Per cancellare un profilo, seleziona l’opzione “Cancella profilo selezionato” prima di cliccare “Invia”

    image383

Per usare i profile CSV

Il tuo profilo CSV apparirà sulla lista di export o menu del carrello sotto il bottone “Scarica” sia nella ricerca staff che nell’Opac

image384

Visualizzatore dei log

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Visualizzatore dei log

Azioni all’interno del sistema di Koha vengono registrate nei file di registro. Le relative preferenze di sistema possono essere modificate per impedire la registrazione di determinate azioni. Questi registri possono essere visualizzati utilizzando lo strumento Visualizzatore di Log.

image385

Scegliendo differenti combinazioni del menù opzioni produrrà il file di log della query.

Una query per tutte le registrazioni relative al modulo di circolazione produce un risultato come questo image386

News Koha

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > News di Koha

Il modulo “News” di Koha permette ai bibliotecari di inserire notizie e avvisi nell’Opac, nell’interfaccia staff e nelle ricevute della circolazione.

image387

Per aggiungere una news nell’Opac o nell’intranet o nelle ricevute di circolazione:

  • Clicca su “Nuova notizia”

    image388

    • In “Mostra posizione” scegli dove mettere la news nell’opac, nelle ricevute di circolazione o nell’interfaccia dello staff (intranet).

      image1240

    • Scegliere la biblioteca in cui questa notizia apparirà

    • Scegli un titolo per quanto hai scritto

    • Usando i campi pubblicazione e data di scadenza puoi controllare quanto a lungo la news apparirà

      • Esempi: (si assume la data di oggi 07-mag-2015)

        • Pubblicare in data odierna: impostare la data di pubblicazione come 07-mag-2015

        • Programma per la pubblicazione in futuro: impostare una data successiva al 07-mag-2015

        • Retrodatare la notizia: data fissata prima del 07-mag-2015

    • “Appare nella posizione” ti permette di decidere in quale ordine visualizzare i documenti

    • Il form “News” ti permette di usare l’HTML per formattare le singole notizie

  • Dopo aver compilato i campi clicca su “Invia”

  • Le Notizie nell’OPAC appariranno sopra la sezione OpacMainUserBlock

    image389

    • Sotto le notizie nell’Opac c’è un’icona RSS che vi permetterà di sottoscrivere il feed per le relative novità

    image1241

  • Le news nello staff client appariranno nella zona a sinistra della pagina

    image390

  • Se ci sono novità nelle ricevute di circolazione, appariranno sotto le copie in prestito

    image391

  • A seconda della impostazione della preferenza NewsAuthorDisplay, vedrai anche la persona che ha scritto la notizia (cioè la persona collegata)

Schedulatore

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Pianificatore di operazioni

Lo schedulatore è uno strumento per impostare la creazione di report da eseguire ogni volta che ti serve.

Per pianificare una lavorazione, visita il “piannificatore” e compila la petizione

image392

  • L’ora del server è l’orario sul tuo server (lo schedulatore di tutti i report si basa su quell’orario, non sul tuo orario locale)

  • L’orario deve essere inserito nella forma hh::mm (due cifre per l’ora, due cifre per i minuti)

  • Inserisci la data usando il calendario pop-up

  • Da Report scegli il report che vuoi schedulare

  • Scegli se ricevere il testo oppure un link ai risultati

  • Nel campo email scrivi l’email di chi vuoi riceva il tuo report

Sotto il form dello schedulatore c’è una lista dei report schedulati

image393

Puoi programmare quando verrà compilato il report direttamente dalla lista dei report salvati cliccando sul link “Schedulatore”

image394

Risoluzione problemi

Lo schedulatore non funzionerà se l’utente Unix del server web non ha i permessi per usarlo. Di” al tuo gestore del sistema di controllare la configurazione al riguardo in /etc/at.allow e in /etc/at.deny. E” lavoro del sistemista sistemare questo problema.

Editor delle citazioni del giorno

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Editor delle citazioni del giorno

Questo strumento permette di aggiungere e modificare le citazioni da mostrare sull’OPAC se si sta utilizzando la Citazione del giorno (QOTD).

Per attivare questa funzione impostare la preferenza QuoteOfTheDay a “Attiva e aggiungere almeno una citazione tramite l’Editor delle citazioni. Una volta che questi passaggi sono completi vedrai le citazioni sopra il OpacMainUserBlock nell’OPAC:

image395

Aggiungi una citazione

Per aggiungere una citazione:

  • Clicca su “Aggiungi citazione” sulla toolbar e una citazione vuota verrà aggiunta al fondo della lista delle citazioni.

    image396

    • Importante

      Entrambi i campi di “Testo” e “Fonte” devono essere compilati al fine di salvare la nuova citazione.

      image397

  • Quando finito di riempire in entrambi i campi, premere il tasto <Enter> sulla tastiera per salvare la nuova citazione.

  • L’elenco verrà aggiornato e la nuova citazione dovrebbe essere visibile nell’elenco.

    Nota

    E “ possibile cancellare l’aggiunta di una nuova citazione in qualsiasi momento prima del salvataggio semplicemente premendo il tasto <Esc> sulla tastiera.

Modificare o eliminare una citazione

Al termine del caricamento nella tabella, potrai modificare le citazioni.

  • Modifica il “Sorgente” o il “Testo” cliccando sul campo desiderato.

    image398

  • Quando si è finito di modificare un campo, premere il tasto <Enter> sulla tastiera per salvare le modifiche.

La lista verrà aggiornata, le modifiche salvate e rese visibili.

Se volete, potete anche cancellare la citazione(i).

  • Seleziona le citazioni che vuoi cancellare cliccando sull’ID.

  • Una volta terminata la selezione delle citazioni, semplicemente fare clic sul pulsante “Elimina citazione(i)”.

  • Ti verrà presentato un messaggio per confermare la cancellazione

  • Dopo la conferma della cancellazione, la lista verrà aggiornata e la citazione/i non comparirà più.

Importa suggerimenti/citazioni

Se volete, è possibile importare un batch di citazioni come file CSV. Il file deve contenere due colonne nella forma: «fonte», «testo» con nessuna riga di intestazione.

Nota

Ti verrà presentato un messaggio di conferma per caricare file più grandi di 512KB

  • Per avviare il processo di importazione, fare clic sul pulsante “Importa citazioni” nella parte superiore dello schermo

    image399

  • Una volta arrivati alla schermata di importazione citazioni, è possibile cercare nel proprio computer il file che si desidera importare

    image400

  • Dopo aver scelto un file CSV, premi sul bottone “Apri” e il file verrà caricato in una tabella temporanea per le modifiche.

    image401

  • Dalla lista è possibile modificare i campi “Fonte” o «Testo» facendo clic sul campo desiderato. Quando si è finito di modificare un campo, premere il tasto <Enter> sulla tastiera per salvare le modifiche.

    image402

  • È inoltre possibile eliminare alcune citazioni da questo elenco prima di completare l’importazione.

    • Seleziona le citazioni che vuoi cancellare cliccando sull’ID.

      image403

    • Al termine della selezione delle citazioni, clicca la chiave “Cancella selezione/i”.

      image404

    • Ti verrà presentato un messaggio per confermare la cancellazione

      image405

    • Dopo la conferma della cancellazione, la lista verrà aggiornata e la citazione/i non comparirà più.

  • Una volta che sei soddisfatto delle citazioni, fai clic sul pulsante “Salva citazioni” nella barra degli strumenti nella parte superiore e le citazioni verranno salvate.

    image406

Carica

  • Vai a: Più > Strumenti > Strumenti aggiuntivi > Carica

Questo strumento ti permetterà di caricare files nel tuo Koha per selezionarli nel Form di catalogazione.

Carica files

Quando si visita prima lo strumento di caricamento si potrebbe vedere un avvertimento relativo alla mancanza di una categoria.

image1242

Le categorie sono definite con i vari valori autorizzati della categoria UPLOAD. Se non hai categorie di carico i file saranno temporanei e verranno cancellati al successivo riavvio del server. Un volta che hai messo dei valori nella categoria UPLOAD, vedrai un menù di scelta sotto il bottone “Scorri”.

image1243

Scegli un file dal tuo computer, scegli una categoria e decidi se il pubblico generico può scaricare il file dall’OPAC. Una volta che il tuo file è caricato, ti verra chiesta una conferma.

image1244

Search files

Tutti i file caricati sono cercabile da questo form. Usando il form puoi cercare i file caricati con ogni parte del nome e/o del valore di Hashvalue.Search

You will be presented with the results of your search.

image1245

Access files

  • Get there: More > Tools > Additional Tools > Access files

This option allows access to files stored on the server from the staff interface. The directories where the files are stored need to be defined in the koha-conf.xml file. In order to be able to access the tool, a staff patron requires the superlibrarian or access_files patron permission

image1340